Gruppo Sportivo Italiano

Equitazione

Ippoterapia e Pet Therapy sono attività sportive dilettantistiche?

Ippoterapia e pet therapy sono attività inquadrabili nel novero delle attività sportive dilettantistiche e come tali riconoscibili dal Coni?

A tal proposito, riconosciuto il grande valore sociale di queste attività e l’effetto positivo che provocano su quei soggetti che le praticano, è opportuno tuttavia delinearne in modo corretto l’inquadramento nel contesto della normativa vigente.

Volendo fare un ragionamento in via analogica il CONI  riconosce come sportiva unicamente la cinofilia (codice 81). Il punto è dunque capire se la Pet Therapy è riconducibile o meno alla categoria della cinofilia. Un dato che sembra essere incontrovertibile è che non si possa in automatico parlare di attività sportiva cinotecnica, in relazione alla pet therapy, solo e semplicemente per la presenza di un animale (un cane o altro animale di affezione)

Le definizioni scientifiche di “Pet Therapy” descrivono un’attività tutt’altro che sportiva. Le definizioni più ricorrenti a riguardo la descrivono come “terapia basata sulla compagnia di animali domestici (cani, gatti, cavalli, asini ecc.), destinata a persone con disturbi fisici o psichici e a bambini con difficoltà di relazione o di apprendimento”.

Equiparare dunque CINOFILIA e PET TERAPHY risulta un’operazione quantomeno azzardata che non può essere giustificata dalla esigenza di corrispondere agli operatori del settore i compensi previsti dalla legge 342/2000 in esenzione completa da imposte (fino a 10.000 euro annui) e contributi (sempre).

Discorso completamente diverso per l’IPPOTERAPIA. Non vi è alcun dubbio infatti, normative Coni alla mano che l’attività svolta con i cavalli o gli asini, sia inquadrabile come sportiva dilettantistica. La delibera 1568 del 14/02/2017 del Consiglio Nazionale del Coni riconosce espressamente la RIABILITAZIONE EQUESTRE. Quindi certamente una ASD che si occupa di ippoterapia sarebbe in regola con la disciplina Coni in tema di attività sportiva dilettantistica.

Info e contatti: 

Alessandro Domizi 329/2253644 – alessandro.domizi@istruzione.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top